logotype

vincenzomoneta.com

Sono anche su

 

"L'azione è la verifica di ogni uomo" PindaroRegista: una spirale maieutica per trasmettere simboli e segni. Dalla fotografia al cinema, dal teatro alle pubblicazioni. Director: . From photography to cinenema, from theatre to publications.

Vincenzo Moneta,attraverso il cinema, la fotografia e il teatro, ha realizzato negli ultimi trent'anni presso comuni, quartieri, circoscrizioni, associazioni e scuole di ogni grado, originali proposte culturali tese a rimuovere il dilagante isolamento esistenziale del nostro tempo. In particolare nel suo "Teatro dell'Essere" egli investe su tale orientamento tutto il suo ampio bagaglio di esperienze maturate in anni di ricerche foto-cinematografìche realizzate nei suoi viaggi ai quattro angoli della terra.
Ha partecipato a festivals, manifestazioni culturali, proiezioni dibattiti, mostre e concorsi fotografici e cinematografici nazionali ed internazionali, anche di prestigioso livello, riportando numerosi primi premi ed una lunga serie di riconoscimenti della validità dei suoi lavori, sia sul piano dello stile che su quello dei contenuti. Ha realizzato un modo diverso di proporre il teatro, superando il rigido schematismo della separazione paleo-platea, per arrivare ad una conduzione corale dello spettacolo che ha accomunato in un unico grande successo gruppi, associazioni, scuole, realtà eterogenee e composite. L'Autore è maestro di spettacolo educativo e didattico e lo dimostrano le sue pubblicazioni come, ad esempio "Dieci anni di campo Giochi".
Nel 1998 ha pubblicato con successo il volume "La vita sta", opera il cui l'Autore disintegra i limiti spazio-temporali e culturali e si proietta dovunque un uomo respira, ricorda, desidera, immagina, nella ricerca di ciò che distingue per afferrare in realtà l'aspetto più importante, ovvero ciò che accomuna.
Le pagine del "maieuta" Vincenzo Moneta, partendo dal coro delle voci e dalle storie personali, concretizzano una voce impersonale senza tempo, carica di suggestioni evocative, che scava nella profondità della memoria congelata e la attualizza nelle forme mobili del presente. Lo stile dell'approccio è quello di una mano sensibile e discreta, guidata dal calore umano, quella di un autore che non vuole meriti per sé.
Da un certo momento della sua vita in poi, Vincenzo Moneta si dedica anima e corpo all'approfondimento di un personaggio storico femminile molto singolare, vissuto verso la fine del primo millennio. Nasce pertanto il progetto "Berta di Toscana e il suo tempo", finalizzato alla comprensione di un personaggio femminile presente nell'alto medioevo in Toscana e precisamente a Lucca, con le sue relazioni nei confronti del resto d'Italia, d'Europa e del mondo Islamico.
È assai noto, quanto abbia influito l'eredità di Carlo Magno nella formazione dell'Europa del terzo millennio, ma meno noto è quanto vi abbia influito anche "Berta", pur essendo rimasta per secoli nell'ombra prima di essere riscoperta dal regista Vincenzo Moneta. Le scuole medie di Lucca hanno studiato e visitato i "luoghi di Berta" e una parte del testo (introduzione e testo della lettera al califfo) si trova nei principali siti del Medioevo.

 


2017 ©   Vincenzo Moneta   - Web Solutions & Design by Luca R. - lr.webdesign@yahoo.com